Zaia con Salvini su astensione: In cabina regia non c’era quel testo

Lettura 1 min

“Io non c’ero e ho il massimo rispetto del lavoro di tutti. Detto questo, da spettatore esterno dico: assolutamente sì. Sono d’accordo. Ma il non voto non è un’assunzione di irresponsabilità”. Commenta così il presidente del Veneto Luca Zaia al Corriere della Sera, l’astensione delle Lega al Dl Covid che avrebbe scatenato l’ira del premier Mario Draghi che ha ricordato che le decisioni erano già state concordate nella cabina di regia. “Io non faccio parte della cabina di regia e dunque non posso parlarne. Ma credo che se in quella sede ci fosse stato il testo del decreto, e le linee guida preparate dalle Regioni, sono certo che la discussione sarebbe andata in maniera diversa”, precisa Zaia.

Servizio Precedente

'Ndrangheta, 13 arresti a Bergamo

Prossimo Servizio

Giappone, stato d'emergenza a tre mesi da Olimpiadi

Ultime notizie su Veneto