Istituto superiore di sanità, per i non vaccinati rischio morte +16,6 volte rispetto alla terza dose

Lettura 1 min

 l rischio di decesso per chi non si e’ vaccinato e’ 16,6 volte superiore rispetto a chi ha avuto la terza dose del vaccino anti Covid-19: lo indica il rapporto completo della sorveglianza integrata dei casi di infezione in Italia dell’Istituto Superiore di Sanita’ (Iss). Sempre nei non vaccinati, il rischio di decesso e’ inoltre di 11,1volte superiore rispetto ai vaccinati con le due dosi entro cinque mesi e di 6,9 volte maggiore rispetto ai vaccinati con ciclo completo da oltre cinque mesi. 

Servizio Precedente

Zaia: 4mila contagi al giorno. Settimana di Natale in zona gialla

Prossimo Servizio

Nasce Green Golden, la piattaforma per gli "eroi" del cambiamento ambientale

Ultime notizie su Scienza

E ADESSO IL VAIOLO

“A seguito della segnalazione di alcuni casi di Vaiolo delle scimmie in Europa, il…