Inizia la saga dei posti a tavola a Natale: 8 al massimo?

Lettura 1 min

“Limitarsi a 6-8 persone ai pranzi di Natale, stare attenti con i bambini e con gli anziani, usare la mascherina”. Sono le raccomandazioni che arrivano dal virologo Francesco Menichetti, già primario di Malattie infettive all’ospedale di Pisa in vista delle prossime festività che si prospettano “ancora a rischio”. “Abbiamo il problema del calo delle immunità tra i vaccinati più avanti con gli anni, abbiamo una grande circolazione di virus tra i bimbi e poi – ricorda all’Adnkronos Salute il medico – ci sono ancora 7 milioni di non vaccinati. Quindi la raccomandazione – afferma Menichetti – è di essere noi stessi, al di là di restrizioni imposte, responsabili e prudenti evitando aggregazioni gigantesche e mantenendo il solito galateo che ci deve guidare anche e soprattutto nei momenti, come quello natalizio, che sono potenzialmente di abbandono, nel contesto familiare e amicale, delle norme precauzionali. E a chi dice ‘allora che ci siamo vaccinati a fare?’ ricordo che il vaccino serve e lo sta dimostrando, a svuotare i cimiteri e gli ospedali. Ma – conclude – è sempre meglio non infettarsi”.

Servizio Precedente

Zaia più netto di Salvini: chi va in piazza a manifestare senza mascherina nega l'esistenza del Covid

Prossimo Servizio

Vedo, pago e voto. Bonomo: L'autonomia incompiuta e lo Stato esattore con i più deboli

Ultime notizie su Scienza