Se è il Pd a stare con l’indipendentista Puigdemont

Lettura 1 min

“La decisione della Corte d’appello di Sassari era auspicata e l’accogliamo con grande sollievo. Ora confidiamo che la Corte di Giustizia europea si esprima con saggezza e in coerenza con le tutele dovute a un rappresentante del popolo regolarmente eletto. Rimane aperta la questione dei diritti e delle garanzie dovute alle minoranze nell’ambito dell’Unione europea, dove le dichiarazioni sono chiare e nette ma la loro applicazione rimane troppo spesso sulla carta”. Lo afferma la parlamentare del Pd e presidente della commissione Lavoro della Camera, Romina Mura del Pd, dopo che la Corte d’appello di Sassari ha sospeso il procedimento di estradizione a carico dell’ex presidente catalano Carles Puigdemont.”Le riflessioni sui diritti delle minoranze – aggiunge la parlamentare – andrebbero svolte anche in relazione a un popolo come quello sardo, che abbina il patrimonio di un’identità linguistica e culturale alle penalizzazioni dell’insularità”.

Servizio Precedente

ROMA - IL DATO PROVVISORIO CHE RIBALTA TUTTO, MICHETTI RISCHIA BALLOTTAGGIO CON RAGGI

Prossimo Servizio

Meno della metà al voto. Non si vince stando tutto il giorno su Facebook. Draghi dimostra che si può governare anche senza i partiti

Ultime notizie su Politica