Sciopero, Landini su precettazione Salvini: “Mai successo nella storia del Paese una limitazione al diritto”

15 Novembre 2023
Lettura 1 min

“Nella storia del nostro Paese non è mai successo che di fronte alla proclamazione di uno sciopero generale delle confederazioni sulle politiche del governo si arriva a un atto di limitazione del diritto di sciopero. Non era mai successo, non l’aveva mai fatto nessuno Quindi è di una gravità assoluta”. Maurizio Landini, segretario generale della Cgil, ospite di Agorà, su Rai3 anticipa che i due sindacati, Cgil e Uil, che confermano lo sciopero generale del 17 novembre, valuteranno se confermato quello dei trasporti, dopo la precettazione del ministro Salvini. 

“Guarderemo questa mattina il testo della precettazione, Abbiamo convocato per oggi alle 15.30 una conferenza stampa con la Uil e discuteremo su cosa fare. Per quello che ci riguarda è confermato lo sciopero per tutti i lavoratori e tutti i settori nelle modalità che abbiamo deciso. Per quello che riguarda il settore dei trasporti, dovremo vedere adesso concretamente quelli che sono i commenti e valutare sostanzialmente che cosa fare, senza voler mettere in difficoltà i lavoratori, perché con la prescrizione del governo le misure riguardano anche i lavoratori, non solo i sindacati Per Landini, inoltre, “dire che non è uno sciopero generale determina, per alcuni settori in particolare i trasporti, la possibilità di ridurlo, di cambiarlo e ha aperto la strada all’intervento della precettazione. C’è stata una logica di questa nuova Commissione, che è una logica compiacente con il Governo”.

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Tossicità degli alimenti testata con un clic. Efsa vuole evitare l’uso di animali in laboratorio

Prossimo Servizio

Le “ragioni” del Garante sullo stop allo sciopero. Sindacati rischiano fino a 50mila euro di multa

Ultime notizie su Politica

Patto Roma-Berlino letto dai media stranieri

Un’Italia stabile che merita di piu’ nei rapporti con la Germania, in particolare perche’ l’asse franco-tedesco non e’ piu’ solido come in passato. E’ ampiamente positivo il commento dei media tedeschi al Piano
TornaSu