La Russa: Se con Lega e Forza Italia dobbiamo rompere, meglio rompere adesso. Ce lo dicano, ci prepariamo

Lettura 2 min

 “Sono stupito: Berlusconi ci ha letto una dichiarazione in cui appoggiava Musumeci e poi alle telecamere ha detto altro”. E’ quanto sostiene il vice presidente del Senato Ignazio La Russa, parlando, in un’intervista alla ‘Stampa’, del vertice di centrodestra. “Il dato positivo e’ che ci siamo visti e nessuno ha messo in discussione che alle politiche si debba andare insieme, ma questo e’ il minimo”, prosegue il dirigente di Fratelli d’Italia.

“Si pensa piu’ all’unita’ di facciata che di sostanza – lamenta -. Abbiamo detto che non e’ piu’ possibile nascondere la polvere sotto il tappeto”. “Berlusconi ha tirato fuori un sondaggio di Ghisleri in cui Musumeci e’ mezzo punto indietro alla sinistra. Un sondaggio strano, fatto apposta per la riunione”, ha aggiunto. “Lucia Ronzulli era molto attenta a monitorare i desideri di Salvini. Berlusconi ascoltava in silenzio. E scriveva”.

“Dopo che Salvini e’ andato via, Berlusconi ci ha letto una dichiarazione in cui ammetteva che una decisione non si poteva prendere ma si diceva personalmente favorevole a Musumeci. Siamo andati via convinti di leggere queste parole sulle agenzie. Invece, qualcuno deve avergli suggerito altro e alle telecamere ha detto che non si e’ mai parlato di regionali. Noi ci siamo stupiti, ma tanto non gli ha creduto nessuno”.

Cosa ha Salvini contro Musumeci? “Ha detto ‘i miei non sono d’accordo’. Tutta l’opposizione e’ basata sul fatto che non piace a una parte delle classi dirigenti siciliane di Lega e Forza Italia, ma se Salvini e Berlusconi dicono che il candidato e’ lui rimettono subito tutti in riga”.

“Hanno detto che fra pochi giorni ci sara’ un’altra riunione, io non ci credo, perche’ ogni volta ci vuole l’aiuto di Dio. Noi vogliamo andare insieme, ma se dobbiamo rompere, meglio rompere adesso. Ce lo dicano, ci prepariamo”, conclude La Russa. 

Servizio Precedente

Il Parlamento russo valuta ritiro da Oms e Wto

Prossimo Servizio

Oggi la seconda edizione della "Giornata Nazionale in Memoria delle Vittime delle marocchinate"

Ultime notizie su Politica