Lombardia: voci di corridoio su rimpasto a metà gennaio, fuori Gallera

Lettura 2 min

  Il rimpasto di giunta in Regione Lombardia sarebbe ormai questione di giorni e si concretizzera’ verso meta’ gennaio. E’ quanto apprende l’AGI da fonti interne alla stessa Regione. Il nome piu’ illustre ad essere sacrificato sarebbe quello dell’assessore lombardo al Welfare, Giulio Gallera (Forza Italia). Al suo posto, tra i nomi in lizza, ci sarebbe quello di Gian Vincenzo Zuccotti, direttore U.O. di Pediatria “Dipartimento di Scienze Cliniche” dell’Ospedale Sacco. Il via libera sarebbe arrivato anche dal governatore Attilio Fontana, che finora era stato piu’ che prudente sul rimpasto, ma che adesso si sarebbe convinto dopo le ultime dichiarazioni di Gallera sulla campagna vaccinale. In giunta sarebbero sostituite anche l’assessore alla Famiglia Silvia Piani e quello allo Sport Martina Cambiaghi, entrambe in quota Lega. A rischio anche l’assessore al Turismo, Lara Magoni (Fratelli d’Italia), ma su di lei FdI avrebbe fatto scudo.

A quanto apprende l’AGI, per Gallera potrebbe profilarsi anche un’altra soluzione. La prospettiva principale e’ la sua esclusione dalla giunta, ma l’attuale assessore al Welfare potrebbe anche ottenere una delega minore e restare cosi’ nella squadra del governatore Fontana, seppure ‘azzoppato’. A rendere difficile questa ipotesi, pero’, sarebbero sia il segnale di cambiamento che la maggioranza vuole dare; sia il fatto che, davanti a una soluzione di questo tipo, diversi esponenti del centrodestra avrebbero dichiarato di essere pronti a votare “secondo coscienza” davanti a una nuova mozione di sfiducia delle opposizioni contro Gallera. Un rischio che difficilmente la maggioranza in Regione Lombardia vorra’ correre. 

Servizio Precedente

Roma Capitale e il suo residuo fiscale: 10 miliardi dal Recovery Fund. Alla faccia dell'autonomia di Lombardia e Veneto

Prossimo Servizio

Italia arancione nei week end sino al 15 gennaio

Ultime notizie su Lombardia