L’olio di Cremona sbarca nella Grande Mela

Lettura 1 min

Oleificio Zucchi spa, realtà imprenditoriale con 210 anni di storia, guarda con fiducia al futuro – scrive il Giorno – e scommette sul mercato statunitense, primo mercato estero per l’export in crescita dell’ azienda cremonese.

Il nuovo marchio, Zucchi 1810, realizzato con un investimento di 2 milioni di euro, è gestito da Franco Denari, manager di grande esperienza nello sviluppo del made in Italy all’estero. Con la nuova filiale, aperta ufficialmente a giugno scorso a New York e annunciata sugli schermi di Times Square, l’azienda cremonese punta anche a incoraggiare gli americani a una più diffusa e approfondita cultura gastronomica e nutrizionale. “È in questo profondo cambiamento culturale che l’unicità di Zucchi si rivela una carta vincente – commenta Denari – investendo nella diffusione della cultura dell’ OLIO, l’azienda ha fatto della trasparenza e della sostenibilità i suoi capisaldi, e si è posta da subito come partner affidabile ed esperto”. 

Servizio Precedente

L'indipendenza è un reato d'opinione. Il Codice Rocco difende l'Italia e il tricolore

Prossimo Servizio

Usa, 4 morti negli scontri a Washington. Richiesta la rimozione di Trump. "Non è mentalmente sano"

Ultime notizie su Lombardia