Lista Calenda sul canile di Muratella. Sotto accusa la gestione degli spazi

Lettura 2 min

“E’ inaccettabile che i cani siano tenuti in carrelli e gabbioni mentre ci sono box del canile Muratella utilizzati come magazzini e gabbie di Ponte Marconi chiuse da anni”. Lo dichiara in una nota Flavia de Gregorio, capogruppo lista “Calenda” in Campidoglio e Simonetta Novi, capogruppo Municipio VIII a margine della commissione Ambiente odierna con l’audizione del nuovo direttore sanitario dei canili comunali di Roma. “Sia il canile sanitario che il canile rifugio di Muratella stanno scoppiando per mancanza di box liberi e intanto i cani entrano numerosi, in un periodo, quello estivo, che e’ sempre molto critico per l’incremento di abbandoni. Una piccola molossoide e’ riuscita ad aprire con i denti la porticina dal kennel dove stazionava da ore e, sporca di sangue, e’ scappata per i corridoi del canile. Alcuni cani chiusi nei carrelli sono quasi impazziti perche’ per 3 giorni non sono riusciti neanche a girare su se’ stessi e non sono mai usciti in passeggiata con i volontari – continuano le consigliere -. Alcuni box di Muratella vengono utilizzati come magazzini e nel rifugio comunale Ponte Marconi ci sono da anni numerose gabbie vuote. Sono stati chiesti 15 trasferimenti nei canili privati convenzionati a spese di Roma Capitale. Eppure potrebbero essere effettuati piccoli lavori di manutenzione per riaprire piu’ di 10 gabbie. Inoltre, ormai da mesi, si registra una gravissima carenza di personale con addetti in ferie o in lunga malattia non sostituiti da personale aggiuntivo. Sia le adozioni che le prove di compatibilita’ per l’inserimento di nuovi cani nei box sono spesso bloccate e gli operatori che lavano le gabbie sono gli stessi che dovrebbero fare adozioni o rieducare i cani. Questo non e’ conforme ai servizi richiesti dall’amministrazione al gestore imprenditoriale. La gestione delle strutture comunali e’ sempre piu’ allo sbando, si rischia il blocco del canile sanitario per mancanza di spazio e l’interruzione del pubblico servizio”, concludono. 

Servizio Precedente

Lavoro, la consulta boccia ancora il FVG su incentivi e residenza

Prossimo Servizio

L'Abi: Approvazione bilancio troppo vicino. Si rischia l'esercizio provvisorio