La ‘Ndrangheta sulla spiaggia di Rimini

Lettura 1 min

– Sei societa’, di cui cinque relative a strutture alberghiere e una di allestimenti fieristici, sono state sequestrate dalla Guardia di Finanza tra Rimini, Forli’-Cesena e Siena, nell’ambito dell’operazione ‘Popilia’ contro le infiltrazioni malavitose nell’economia. I finanziari di Rimini, Cosenza e Taranto stanno eseguendo otto misure cautelari nelle tre rispettive regioni nei confronti di otto presunti appartenenti alla ‘ndrangheta. Secondo quanto emerso, il gruppo, composto da calabresi pregiudicati, gestiva alcuni hotel di Rimini, un chiringuito sulla spiaggia nonche’ un’azienda che si occupa di stand fieristici. Per alcuni di loro si contesta, oltre ai reati di intestazioni fittizia di beni, l’estorsione e il porto illegale di armi. In corso oltre 20 perquisizioni domiciliari. Secondo quanto emerso, alcuni componenti il gruppo non lesinavano di rivolgere minacce a mano armata rivendicando la loro appartenenza alla cosca ‘ndranghetista. Maggiori dettagli saranno resi noti in una conferenza stampa indetta alle ore 10.30 presso il comando provinciale della Guardia di Finanza di Rimini.

Foto Reddgio

Servizio Precedente

Parlano di non rivedere il catasto poi non hanno mosso un dito sulle accise della benzina: rincari più 357 euro anno a famiglia

Prossimo Servizio

Zaia "pompiere": Lega di lotta e di governo? Come gemelli siamesi". Ma ammette le due componenti

Ultime notizie su Emilia Romagna