Federterme: turismo mordi e fuggi. Zero prenotazioni, aziende a rischio

27 Agosto 2020
Lettura 1 min

Estate amara e autunno ancora di più. “Possiamo dire che la stagione turistica a maggio, giugno e luglio non c’è stata e che per le terme italiane il mese di agosto è stato buonino, ma con numeri assolutamente lontani da quelli del 2019, e con un bassissimo utilizzo del comparto alberghiero, come d’altronde avvenuto in tutto il settore turistico. In pratica, gli italiani hanno fatto un’estate da ‘mordi e fuggi'”.

Così, intervistato da Adnkronos/Labitalia, Massimo Caputi, presidente di Federterme Confindustria, la Federazione italiana delle industrie termali e delle acque minerali curative, fa il punto sull’andamento del settore per la stagione in corso. 

“La cosa più preoccupante sono i booking per i prossimi 4-5 mesi, con numeri ridicoli, in pratica non ci sono prenotazioni. E questo vorrà dire che se non ci saranno provvedimenti adeguati di medio periodo tante aziende sono destinate alla chiusura”. E’ l’allarme che Massimo Caputi, presidente di Federterme Confindustria, la Federazione italiana delle industrie termali e delle acque minerali curative, lancia, intervistato da Adnkronos/Labitalia, sulle prospettive del settore, e dell’intero comparto turistico italiano, per i prossimi mesi. E fino a questo momento, secondo Caputi, i provvedimenti del governo sono serviti a poco.

“Il bonus vacanze, nonostante la somma considerevole a disposizione, circa 3 miliardi di euro, non ha contribuito al rilancio del turismo ma ha attivato solo una spesa di breve periodo per una determinata fascia”. “Per rilanciare il turismo, servono invece provvedimenti di medio periodo che tengano conto anche degli investimenti fatti dalla strutture per fronteggiare l’emergenza coronavirus”, conclude Caputi.

Photo by Stacy Ropati 

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

L’ultima del sottosegretario alla Salute: “A scuola in taxi”

Prossimo Servizio

Lav: senatrice a vita vuole cancellare iter abbandono sperimentazione animale

Ultime notizie su Economia

Pilotate anche le aste giudiziarie

Operazione antimafia tra Catania, Siracusa e Teramo. Oltre 300 Carabinieri del Comando provinciale di Catania stanno eseguendo misure cautelari nei confronti di 17 persone, accusati a vario titolo di associazione mafiosa, associazione
TornaSu

Don't Miss