Alitalia lascia Malpensa dal 1° ottobre. I cittadini del Nord e le loro tasse pagate per mantenerla ringraziano

Lettura 1 min

Pagata da tutti, ricapitalizzata con i nostri soldi, più volte salvata con le nostre tasse, Alitalia ha deciso che non volerà più su Milano, sul Nord. Lo stop dei voli da Malpensa sarà dal prossimo 1 ottobre. Gli ultimi due voli della compagnia, che collegano lo scalo della provincia di Varese a Roma Fiumicino, saranno infatti cancellati e, a quanto risulta in questo momento, non riprogrammati nemmeno da Linate. E’ quanto si apprende da ambienti aeroportuali. E’ la prima volta dall’inaugurazione dello scalo della brughiera nel 1948 che la compagnia aerea nazionale resterebbe senza voli da Malpensa. Ma ci fu anche un altro stop, dal gennaio 2017 poi poi ripristinato da aprile 2018 con quattro voli al giorno, dimezzati poi con la crisi innescata dal Covid.

Forse sarà il volo Az01023, Malpensa-Fiumicino del 30 settembre l’ultimo della storia di Alitalia.

Per Alitalia il Nord, che guarda all’Europa, che produce e corre, non è un mercato. Una compagnia che ha l’ambizione di essere e restare nazionale se ne va da Milano, mentre a pagare per tenerla in piedi è tutto il Paese, padani soprattutto compresi.

Photo by Miguel Ángel Sanz

Servizio Precedente

"Sarà una partenza drammatica. Manca tutto. Regione Lombardia doveva rinviare apertura delle scuole"

Prossimo Servizio

E lucevan le stelle...

Ultime notizie su Economia