E lucevan le stelle…

Lettura 2 min

di Marcus Dardi – E quindi uscimmo a riveder le stelle scriveva Dante nell’ultimo verso della sezione inferno della sua Divina Commedia.

E di stelle parla anche il grande compositore toscano, di Lucca, Giacomo Puccini nella sua splendida Opera “Tosca”.

E lucevan le stelle è la romanza per tenore più famosa di quest’opera e vien cantata nel terzo atto quando il protagonista, il pittore Mario Cavaradossi, rievoca i bei momenti passati con Tosca prima della sua esecuzione a Castel Sant’Angelo.

La prima della “Tosca”, opera lirica in tre atti, avvenne il 14 gennaio 1900 al Teatro Costanzi di Roma. Il libretto dell’opera è ispirato al dramma dello scrittore francese Victorien Sardou intitolato, appunto, “La Tosca”

L’opera è ambientata in una Roma del giugno 1800, una Roma scossa dagli eventi rivoluzionari avvenuti a Parigi nel 1789, la rivoluzione francese. I governati temono una forte influenza rivoluzionaria che minerebbe il loro statico e ossidato potere.

Tosca è l’amante del pittore Mario Cavaradossi, simpatizzante bonapartista, che nella prima scena dell’opera canta la sua celebre aria “Recondita Armonia”.

Il capo degli sbirri, Scarpia, innamorato di Tosca e gelosissimo, riesce ad arrestare Cavaradossi estorcendo a Tosca una confessione. Il pittore viene accusato di inneggiare ai rivoluzionari e di sostenere la causa francese contro il regno borbonico. Cavaradossi viene rinchiuso, torturato a Castel Sant’Angelo e condannato a morte.

Tosca uccide Scarpia, Cavaradossi viene fucilato e infine Tosca, dalla disperazione, si getta dal torrione di Castel sant’Angelo.

Non resta che “riveder le stelle”, nella speranza di un mondo migliore.

TESTO:

E Lucevan le Stelle, ed olezzava la terra.

Stridea l’uscio dell’orto. E un passo sfiorava l’ arena…

Entrava ella, fragrante. Mi cadea fra le braccia.

Oh! dolci baci, o languide carezze,

mentr’io fremente

le belle forme disciogliea dai veli!

Svanì per sempre

il sogno mio d’amore…

L’ora è fuggita…

E muoio disperato!

E muoio disperato!

E non ho amato mai tanto la vita!…

Servizio Precedente

Alitalia lascia Malpensa dal 1° ottobre. I cittadini del Nord e le loro tasse pagate per mantenerla ringraziano

Prossimo Servizio

La propaganda antiromana dei partigiani del movimento “Milan ai Milanès” nel 1945

Ultime notizie su Storia e Territorio