Trump tuona contro l’Italia e l’Europa per i lockdown

Lettura 1 min

 Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha criticato l’Italia e altri paesi europei per le misure attuate al fine di contenere la diffusione dell’epidemia di coronavirus. In un comizio tenuto ieri a Newton in Pennsylvania, il titolare della Casa Bianca ha contestato la validita’ dei provvedimenti “draconiani” presi da diversi Stati dell’Unione europea, tra cui la Germania, la Francia e la Spagna, vista la nuova ondata di contagi. “I casi alle stelle in Europa hanno mostrato che i blocchi draconiani, ed e’ quello che sono, sono draconiani, non fermano il virus. Loro l’hanno fatto. L’Italia aveva chiuso tutto e ora sta ricominciando tutto da capo. Semplicemente non lo fermano”. Il presidente Usa ha rivendicato anche che il suo Paese ha dati migliori in termini di mortalita’.

“Il nostro tasso di mortalita’ e’ il 40 per cento piu’ basso di quello dell’Europa. E l’Europa ha fatto un buon lavoro”, ha detto. “Tutti pensavano che la Germania stesse andando alla grande, alla grande, alla grande, alla grande. Non stanno andando alla grande. In questo momento vedete che cosa sta succedendo laggiù con la Francia, di nuovo (con misure di chiusura), la Spagna e l’Italia. Invece noi stiamo andando alla grande, ma non ne riceviamo alcun merito”, ha aggiunto.

Servizio Precedente

Il post imbarazzante di Toti. Anziani non indispensabili? Ma se con le pensioni fanno vivere figli e nipoti?!

Prossimo Servizio

Corea del Sud: 5 livelli di distanziamento a seconda del numero di contagi