L’autoproclamata repubblica di Lugansk: Referendum per adesione alla Russia. L’intelligence ucraina: Mosca vuole scenario coreano

Lettura 1 min

 L’autoproclamata Repubblica popolare di Lugansk nell’Ucraina orientale potrebbe tenere presto un referendum sull’adesione alla Russia, ha affermato oggi il leader locale Leonid Pasechnik. “Penso che nel prossimo futuro si terrà un referendum sul territorio della repubblica”, ha detto Pasechnik. “Il popolo eserciterà il suo ultimo diritto costituzionale ed esprimerà la propria opinione sull’adesione alla Federazione Russa”. La Russia il mese scorso ha riconosciuto le autoproclamate repubbliche di Luhansk e Donetsk come indipendenti e poco dopo ha ordinato quella che ha definito un’operazione di mantenimento della pace nella regione, invadendo l’Ucraina. 

Il generale Kirill Budanov, capo del servizio di intelligence ucraino, ha detto che, visto che la Russia ha capito che non puo’ conquistare l’intero Paese, il presidente Vladimir Putin, potrebbe lavorare su uno “scenario coreano”, creare “la Corea del Sud e del Nord in Ucraina”. Nella nota Budanov ha preannunciato pero’ che l’Ucraina lancera’ presto la guerriglia nel territorio occupato dalla Russia.

Servizio Precedente

Caro bollette, Cgia: 4 milioni di famiglie a rischio povertà. Aiuti non

Prossimo Servizio

Oggi in Italia più che segretari di partito, dei monarchi

Ultime notizie su Cronaca