Il sindaco di Avio spegne i termosifoni del suo ufficio

Lettura 1 min

“Sono consapevole che è poca cosa. Ma ho deciso di spegnere i termosifoni del mio ufficio. Meglio che sia io a stare al freddo piuttosto che pesare sulle tasche della collettività”. Lo ha detto Ivano Fracchetti, sindaco di Avio in Trentino, che in risposta ai rincari energetici ha pensato bene di dare l’esempio. “Abbasseremo anche di qualche lux il livello dell’illuminazione pubblica, anticipando di un’ora lo spegnimento dei lampioni di alcune strade – ha aggiunto -. E poi in tutti gli uffici pubblici, giù il termostato”. 

Servizio Precedente

Trentino, parte iniziativa panificatori: “Forni spenti?”

Prossimo Servizio

Il capo negoziatore ucraino: Possibile accordo in 10 giorni. Macron: potenziare nostro esercito per essere pronti a rispondere ad “una guerra di alta intensita’

Ultime notizie su Cronaca