Approvazione Bilancio: Conte preoccupato per numero legale in Aula “Se situazione peggiora”

Lettura 1 min

 Entro il 15 ottobre va approvata la Nadef, la cosiddetta Nota di aggiornamento al Documento di economia e finanza, il bilancio in garantendo sia al Senato che alla Camera il raggiungimento della maggioranza assoluta, perché entro il 15 ottobre va inviato a Bruxelles il documento programmatico di bilancio, che disegna le linee guida della manovra.

Ecco perché Giuseppe Conte ammette che il governo e la maggioranza hanno un “problema”: è “oggettivo”. Lo dimostra il numero legale (un’asticella ben più bassa della maggioranza assoluta) mancato per ben due volte martedì alla Camera causa assenze da Covid.

“Se la situazione del contagio dovesse peggiorare è chiaro che ci sara’ un problema oggettivo di garantire il numero legale per l’approvazione di documenti contabili” e altri documenti, ammette il premier.

 Riguardo alla mancanza del numero legale registratasi alla Camera in seguito alle comunicazioni del ministro Speranza sulla proroga dello stato di emergenza il premier ha poi spiegato: “C’è stata la decisione dell’opposizione, legittima, non voglio criticarla di uscire fuori dall’Aula. I numeri della maggioranza non ci sono stati perché molti, come sapete, erano in quarantena. Anche un organo di rilievo costituzionale si deve confrontare con il problema del quorum da raggiungere in un contesto per noi assolutamente imprevisto, un contagio che rischia di far trovare positivo qualche membro del Parlamento e di conseguenza mette in quarantena altri”.

Servizio Precedente

Autonomia differenziata? No, Castelli, è meglio una Costituzione federale

Prossimo Servizio

Il sindacato indipendente di Polizia contro i nuovi decreti immigrazione