D’Alema: Lega di Bossi antifascista. Progetto di Salvini invece sta fallendo

13 Aprile 2024
Lettura 1 min

 “Non ho mai detto che la Lega era una costola della sinistra. Dissi una cosa diversa: che nella Lega c’era un pezzo del mondo operaio. Era un movimento di ceti produttivi del Nord, di protesta contro la burocrazia romana, le tasse e la burocrazia , proprio perché rappresentava quel mondo del lavoro del Nord aveva una impronta antifascista. Il governo Berlusconi, si ricordera’, cadde perche’ la Lega rifiuto’ l’alleanza con Fini. Lo ha detto Massimo D’Alema a In altre parole, su La7. “Il primo atto di Bossi in polemica con i governo Berlusconi fu che lui scese in piazza il 25 aprile a Milano nell’anniversario della Liberazione. Tanto che io ero lì e Salvini ha cambiato la Lega, che è diventata un partito di destra. Ha cambiato il dna in una operazione che all’inizio sembrava avere successo, ma adesso sta fallendo”, ha aggiunto D’Alema.

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Bossi parla e si fa portavoce del malessere del popolo. In fila per salutare il Senatur che dice: “Alla Lega serve un nuovo leader”. Castelli, Grimoldi, Leoni, Bernardelli e Reguzzoni le voci del dissenso a Gemonio

Prossimo Servizio

Tante ore in classe per poi avere uno studente su quattro a ripetizione…

Ultime notizie su Opinioni

TornaSu