Consiglio di Stato approva cattura e reclusione orso Papillon. “E’ contro benessere, ignorata relazione Carabinieri”

Lettura 1 min

”ll Consiglio di Stato, respingendo l’appello delle associazioni animaliste contro le ordinanze di cattura e captivazione dell’orso Papillon, ha ferito la sensibilità della maggioranza degli italiani che volevano libertà del plantigrado. Oggi è stata scritta la più brutta pagina sui diritti degli animali in quanto la detenzione a vita di M49 non rispetta le caratteristiche etologiche dell’animale selvatico”. Lo afferma Rinaldo Sidoli, portavoce di Alleanza Popolare Ecologista (Ape). “Ricordiamo che questa specie è abituata a spostarsi anche in un raggio di 50 chilometri e imprigionarlo in un’area inferiore al mezzo ettaro è maltrattamento – sottolinea – Troviamo inaccettabile che non sia stata considerata la relazione dei Carabinieri del 21/09/2020 che riportava: ‘M49 ha smesso di alimentarsi e scarica tutte le sue energie contro la saracinesca della tana’. Questo rapporto era un elemento chiave che evidenziava il mancato rispetto del benessere dell’animale e doveva sancire la fine della sua ingiusta prigionia”

Servizio Precedente

Oipa: accogliere clochard con i loro cani. Caritas: decidono Comune e Asl

Prossimo Servizio

La Svizzera: chissenefrega del burqa

Ultime notizie su Lo Zoo