Dopo il sindaco Sala anche Fontana: Roma non paga le spese per il Covid lombardo

Lettura 1 min

Ieri il primo cittadino di Milano ha alzato la voce conto il sistema dei trasferimenti dello Sato centrale. Milano, rispetto a quanto versa, resta all’asciutto, tanto d poter vedere a rischio la prossima stagione di investimenti. A ruota ora lo insegue il governatore lombardo Fontana. “Io sono convinto che sia una preoccupazione anche per noi quella delle risorse che mancano. Anche noi, come comparto regioni, non solo la Lombardia, stiamo ancora aspettando 1 miliardo e 400 milioni di risorse per far fronte alle spese per il Covid, quindi è chiaro che siamo preoccupati che ci possano essere delle conseguenze soprattutto nei confronti sei più deboli che in questo momento dovrebbero avere un sostegno maggiore”. Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, a proposito del botta e risposta di ieri tra il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, e la vicepresidente della Regione Lombardia, Letizia Moratti, sui problemi di bilancio del Comune e il mancato sostegno del Governo. Quanto alla possibilità di lavorare insieme con il Comune su questo aspetto Fontana, intervenuto a margine del 170mo anniversario della fondazione della polizia, ha rivendicato di avere “sempre cercato di lavorare nel rispetto delle istituzioni. Per me non esiste colore politico, esistono le istituzioni e soprattutto esistono i cittadini fragili che hanno bisogno di aiuto” ha concluso.

Servizio Precedente

Lombardia, Commissione inchiesta Covid - Giunta assente in aula, protesta l'opposizione

Prossimo Servizio

IL TABU' LOMBARDO SULLA QUESTIONE SETTENTRIONALE - Sala e Fontana: "Niente soldi da Roma". Ma allora perché per Beppe e Attilio il residuo fiscale è innominabile?

Ultime notizie su Economia