Gismondo: i morti Covud caleranno quando impareremo a contarli

Lettura 1 min

 In Italia prosegue la discesa dei nuovi casi giornalieri di Covid-19, ma il numero di decessi continua a restare alto. Perché? “I morti caleranno quando impareremo a contarli”, risponde laconica all’Adnkronos Salute la microbiologa Maria Rita Gismondo, che più volte ha puntato il dito contro “l’errata codificazione dei decessi Covid, evidenziata peraltro da molti”. Vale a dire il conteggio, nel bilancio delle vittime – rimarcano diversi esperti – non solo dei pazienti che muoiono ‘per Covid’, ma anche di quelli ‘con Covid’ che perdono la vita per patologie diverse dall’infezione da coronavirus. Mentre ci si continua a domandare se i decessi Covid-19 arriveranno mai a zero, e se sì quando, la direttrice del Laboratorio di microbiologia clinica, virologia e diagnostica delle bioemergenze dell’ospedale Sacco di Milano avverte di un possibile ‘effetto paradosso’, se il conteggio non cambierà: “La diffusione endemica attuale” dell’infezione da Sars-CoV-2, il più delle volte “anche asintomatica – ragiona l’esperta – porterà” ancora di più “a ricoverati per altre patologie, e a deceduti, che ed essendo risultati positivi a Sars-CoV-2 verranno conteggiati come morti Covid”. 

Servizio Precedente

Il governo traballa e va sotto quattro volte. Tetto all'uso del contante, passa la proposta Meloni a 2000 euro

Prossimo Servizio

Torna la protesta del latte. Nel padovano: Pronti a bloccare fornitura alla grande distribuzione

Ultime notizie su Scienza

E ADESSO IL VAIOLO

“A seguito della segnalazione di alcuni casi di Vaiolo delle scimmie in Europa, il…