L’IMPERDONABILE ERRORE – Non si ferma l’ira di Israele per le parole antisemite di Lavrov

Lettura 1 min

“Considero con la massima severità la dichiarazione del ministro degli Esteri russo. Le sue parole non sono vere e le loro intenzioni sono sbagliate. L’obiettivo di tali menzogne è accusare gli stessi ebrei dei crimini più terribili della storia, che sono stati perpetrati contro di loro, e quindi assolvere i nemici di ISRAELE dalle responsabilità”. Così in una nota il primo ministro israeliano Naftali Bennett, dopo quanto detto dal ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov su Rete4. “Come ho già detto, nessuna guerra nel nostro tempo è come l’Olocausto o è paragonabile all’Olocausto”, prosegue Bennett, “l’uso dell’Olocausto del popolo ebraico come strumento politico deve cessare immediatamente”.

Servizio Precedente

"Ungheria sapeva in anticipo da Mosca dell'attacco in Ucraina"

Prossimo Servizio

Gli Stati nazionali centralisti sono superati dalla storia. Eppure dettano legge

Ultime notizie su Opinioni