E nel Pd scoppia il caso Israele. Dopo La Regina, critiche su posizioni espresse da Scarpa

Lettura 5 min

 “Enrico Letta chiarisca una volta per tutte sul tema dell’ antisemitismo nel Pd. Dopo La Regina adesso Scarpa, è inaccettabile che il Partito democratico continui nell’ ambiguità delle posizioni anti Israele. Basta dare lezioni e patenti di legittimità”. Lo dichiara la senatrice di Fratelli d’Italia, Giovanna Petrenga.

E’ il caso fatto da esplodere dal piddino Rachele Scarpa, che aveva contestato la presenza del suo partito a una manifestazione organizzata dalla comunità ebraica di Roma. “Troppi esponenti del Pd parlano come estremisti islamici: una vergogna che non deve restare senza conseguenze”. Lo dice il leader della Lega Matteo Salvini.

”Praticamente, ogni giorno il Pd di Letta è protagonista di un nuovo scandalo. Prima le alleanze fatte e smentite in poche ore, poi la rissa per le liste, quindi un giovane dirigente emiliano che vandalizza il memoriale del terremoto, infine i candidati che attaccano ISRAELE e i dirigenti che urlano minacce di morte in mezzo alla strada. Il Pd è spaventoso, ora Letta fermi la candidatura dell’ennesima militante che si scaglia contro ISRAELE come Rachele Scarpa. Quale vergogna dobbiamo aspettarci domani?”. Così i capigruppo Lega di Camera e Senato, Riccardo Molinari e Massimiliano Romeo.

 “A distanza di 24 ore dal caso di Raffaele La Regina, ritiratosi oggi dopo vari tentennamenti dalla candidatura al Parlamento come capolista del PD in Basilicata, siamo costretti ad intervenire per un nuovo caso di insulti e deliranti accuse contro Israele da parte di un’altra giovane capolista del Partito Democratico, Rachele Scarpa. Chiediamo ovviamente, come nel caso di La Regina, il ritiro della sua candidatura”. Cosi’, in una nota congiunta, Alessandro Bertoldi, Presidente di Alleanza per Israele e Giuseppe Crimaldi, Presidente della Federazione Italia-Israele. “Il partito che ha fatto dell’antisemitismo una sua bandiera sembra avere un serio problema di figure vicine a posizioni antisemite, estremiste ed ideologiche tra la sua classe dirigente giovanile. Rinnoviamo il nostro appello al Segretario Enrico Letta e a tutti i vertici delle formazioni politiche che si presentano alle elezioni politiche: e’ fondamentale verificare che antisemiti, odiatori professionisti di Israele ed estremisti di vario genere non siano presenti nelle liste elettorali, tanto piu’ se si tratta di candidati a cui e’ assicurata l’elezione. Siamo fortemente preoccupati per quanto sta emergendo in queste ore circa le candidature, continueremo a vigilare”, concludono.

“Il Partito Democratico, di cui faccio parte, sostiene da sempre il processo di pace in Medio Oriente e io mi riconosco nella posizione espressa dall’Unione Europea e anche dal Presidente Biden a favore di una soluzione a due Stati per il conflitto tra ISRAELE e Palestina, quindi senza negare mai il diritto di ISRAELE a esistere in sicurezza e allo stesso tempo quello dei Palestinesi a vivere al di fuori di uno stato di occupazione e con libere elezioni senza ricatti di Hamas”.

Lo dice in un comunicato Rachele Scarpa, candidata capolista del Partito democratico a Treviso alla Camera, criticata dal centrodestra per un suo post su Facebook. “Ben altro discorso è la legittima critica alla politica del governo israeliano, quando in passato in nome del diritto di difesa – aggiunge – è arrivato a colpire la popolazione civile, ricevendo critiche da tutto il mondo anche da parte di esponenti del mondo ebraico o da parte di esponenti Pd preparati su questi temi, che anche in questi giorni insieme ad altri esponenti del Pd ha criticato la chiusura di Ong da parte delle autorità israeliane”. “La mia militanza politica è iniziata dal viaggio nel campo di concentramento di Auschwitz: ritengo una priorità assoluta lottare contro razzismo e antisemitismo. È la politica estera delle destre italiane – afferma Scarpa – a essere completamente indifendibile e ad avere come riferimenti ‘campioni della democrazia’ come Bolsonaro, Orbán, Putin e Trump”. 

Servizio Precedente

Esplode l'auto con a bordo la figlia di Dugin

Prossimo Servizio

Il monito di Calenda: Italia nel caos dopo il voto. Coalizioni si sfalderanno subito

Ultime notizie su Elezioni