La lettera – Grande Nord al sindaco Cuggiono: Ma la pista ciclabile che fine ha fatto?

Lettura 3 min

Riceviamo e pubblichiamo –“Dal 2019 il nostro paese attende il completamento di una pista ciclabile, la sua mancanza crea una situazione di pericolo – fa sapere Grande Nord, riferendosi al Comune di Cuggiono-. All’interno di un piano di “rigenerazione urbana” tale opera verrà realizzata, a scomputo degli oneri di urbanizzazione, dall’operatore. L’intento dell’interrogazione (che pubblichiamo, ndr) è quello di conoscere un cronoprogramma dell’intervento urbanistico ed in particolare della pista ciclabile”.

Ed ecco il testo inviato al protocollo del Comune.

Alla cortese Att.ne

Sig. Sindaco Cucchetti Giovanni

Assessore Guzzini Sandro

In base all’art. 42 dello Statuto comunale si inoltra la seguente richiesta

Oggetto: INTERROGAZIONE SU AREA DI RIGENERAZIONE URBANA EX COMETA E REALIZZAZIONE PISTA CICLABILE

Considerato che:

La L.R. n. 18 del 26 novembre 2019 ha riproposto nell’ordinamento urbanistico regionale la nozione di rigenerazione urbana.

Verificato che:

Con deliberazione del Consiglio comunale n. 6 del 5 marzo 2021 è stata approvata l’individuazione delle aree di rigenerazione urbana, fra di esse l’area ex Cometa.

Vista:

La deliberazione del Consiglio comunale del 15 novembre 2021, nella quale l’intervento di rigenerazione è stato votato favorevolmente.

Rilevato che:

L’intervento in questione si compone principalmente in:

  • Un fabbricato commerciale di circa 2000 mq
  • Un parcheggio pubblico per 135 posti auto
  • Tre edifici, di 3 piani, ad uso residenziale di circa 2900 mq
  • Una pista ciclabile (illuminata) su via Umberto I e via Papa Urbano Crivelli, fino al congiungimento con quella esistente nel territorio di Inveruno.

Preso atto che:

La presenza di una rete di piste ciclabili sicure favorisce gli spostamenti dei cittadini in mobilità dolce, con ricadute positive dal punto di vista ambientale ed economico.

Nei primi mesi del 2019 l’Amministrazione di Inveruno ha inaugurato la pista ciclabile da Inveruno verso il nostro ospedale, purtroppo, tale pista ciclabile, si interrompe all’ingresso del nostro territorio comunale, causando situazioni di criticità e pericolosità per tutti, in particolare per i pedoni e i ciclisti:

Valutato che:

Nella bozza di convenzione, del 3 giugno 2021, la società che attuerà l’intervento, a scomputo degli oneri di urbanizzazione, dichiara di impegnarsi a completare la tratta di ciclabile verso Inveruno, restano unicamente a carico del comune di Cuggiono l’acquisizione delle aree.

Tutto ciò premesso, si chiede al Sindaco e all’Assessore di competenza:

  • Verrà bonificata l’area vista la presenza di contaminazione da idrocarburi pesanti?
  • È stata aggiornata e sottoscritta dalle parti la bozza di convenzione definitiva?
  • Il comune di Cuggiono ha apportato modifiche o integrazioni al progetto?
  • Sono state acquisite le aree necessarie alla realizzazione della pista ciclabile?
  • È stato depositato il cronoprogramma dettagliato degli interventi?
  • È stata rilasciato il permesso di costruire?
  • Dal mese di febbraio 2022 non abbiamo più notato interventi nel cantiere oggetto di intervento. A che punto siamo? Quali passi sono stati fatti e quali rimangono da fare?

Ringraziando per l’attenzione, si chiede risposta scritta

Cuggiono 03/07/2022

Ronchi Gianfranco

Prina Pietro

Foto di Florian Schmetz

Servizio Precedente

Palio di Siena - Oipa: Cavalli infortunati: manifestazione anacronistica, la tradizione non vale la vita di un essere senziente

Prossimo Servizio

VIDEO - CIMA MARMOLADA, CROLLA IL SERACCO A PUNTA ROCCA, ALMENO 6 MORTI. RICERCA DISPERATA DEI DISPERSI

Ultime notizie su Lombardia