“Zes unica per tutto il Mezzogiorno”

18 Ottobre 2023
Lettura 1 min

 “La Zes unica per il Mezzogiorno e la riconfigurazione dell’assetto delle politiche industriali e di coesione rappresentano un’occasione importante non solo per il Sud ma per l’intero Paese”. Lo ha messo in evidenza, in una nota, Eustachio Papapietro, presidente dei Giovani imprenditori di Confapi. «Per attrarre imprese – ha continuato Papapietro – è importante, da un lato, mantenere gli incentivi orizzontali (credito d’imposta per gli investimenti e riduzione dell’Ires) e, dall’altro, garantire lo snellimento delle procedure amministrative per consentire l’ insediamento rapido delle attività produttive. Per riuscirci, visto anche l’alto numero di domande previste, è indispensabile disegnare e costruire un modello virtuoso di cooperazione tra lo sportello unico delle autorizzazioni e gli enti locali”. 

Secondo il presidente dei Giovani imprenditori di Confapi, “fondamentale è, poi, la scelta di procedere con un maggiore coordinamento tra le misure di politica di sviluppo attraverso la concentrazione, strategica e funzionale, dei luoghi decisionali e attuativi. Da decenni, in Italia, le scelte di politica industriale sono state demandate alle regioni con l’effetto di creare dannose competizioni territoriali e frazionare gli interventi in senso particolaristico. Per questo, occorre predisporre il Piano Strategico che accompagna la Zes. Servire delineare i modo coordinare i grandi interventi di politica industriale, da attuare in armonia con le vocazioni dei singoli territori, e quelli infrastrutturali, da realizzare per potenziare le piattaforme logistiche esistenti”, ha concluso Papapietro.

credit foto markus-spiske-ms6N-gBtbCQ-unsplash

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Fornero smonta la manovra: solo debito per qualche aiutino al ceto medio. Che poi pagherà. Nulla su istruzione e innovazione

Prossimo Servizio

COSTANTINI(CNA): LA RIVOLUZIONE GREEN SI FA SOLO CON LE NOSTRE IMPRESE

Ultime notizie su Economia

La “solita” procedura d’infrazione?

di Gigi Cabrino – Era prevista ed è arrivata.La commissione UE ha avviato una procedura di infrazione contro Italia, Francia e altri cinque paesi: Belgio, Ungheria, Malta, Polonia e Slovacchia. Nella valutazione
TornaSu