Oggi, più di ieri, ci vuole un fiore. Come ci manchi, Sergio Endrigo

19 Giugno 2021
Lettura 1 min

di Marcus Dardi – Con musica di Sergio Endrigo e Luis Bacalov, ed il testo di Gianni Rodari, questa canzone del 1974 è stata subito amata da grandi e piccini.

E’ un grande omaggio a madre natura e ne spiega con grande semplicità i segreti in modo allegro, poetico e melodico.

Rispettare, amare e godere la natura è la più potente medicina per venir fuori da tutta questa emergenza che, forse, prima ancora che sanitaria, è una profonda crisi spirituale di valori.

Il rimedio lo possiamo trovare in tutto ciò che ci dona amore, armonia e pace. Questo è un metodo a costo zero per uscire dal malessere che ci ha colpito da molti anni.

Non abbiamo molto da aggiungere per descrivere e spiegare questa bellissima canzone e quindi.

Non ci resta che ascoltarla.

Photo by ekrem osmanoglu 

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

2021, fuga da New York

Prossimo Servizio

Gran Bretagna, c’è la terza ondata ma no vaccino a under 12

Ultime notizie su Economia

Verso la riforma fiscale. Sanzioni dal 240 al 120%

Sanzioni dimezzate, dall’attuale 240% al 120%; introduzione del principio di proporzionalità rispetto al tipo di omissione o illecito commesso dal contribuente, con l’introduzione di un parametro di riferimento fissato al 70%. Arriva

Il governo, redditometro atto dovuto

“Era un atto dovuto, una misura su cui si è soffermata la Corte dei Conti, che sottintendeva anche un possibile danno erariale per la mancata adozione dei criteri induttivi, sospesi dal 2018,
TornaSu