Alessandri, oggi è San Marco, ma la liberazione non è compiuta

Lettura 1 min

di Angelo Alessandri – Oggi e’ San Marco. Una liberazione non avvenuta. Ma auspicata. Quella del Nord. Giusto ieri Bossi ha ruggito e ricordato che il problema nordista sta riemergendo come brace scoppiettante dalla cenere sovranista. Il Nord non e’ libero. Ma si liberera’. E’ solo una questione di tempo. E il tempo a noi non manca. Mentre invece il tempo frana sui piedi sempre piu’ di argilla di Roma. Liberazione da Roma. Non e’ una festa, ma un monito oggi. Invece San Marco e’ una festa. Ci ricorda la Serenissima. Di quando Venezia era forte e libera. E’ il nostro auspicio, la nostra festa. Par Tera, Par Mar, W San Marco.

Servizio Precedente

Il socialista Bruno Buozzi, martire a tutto tondo della lotta di liberazione

Prossimo Servizio

Macron e l’Europa su due fronti. Da una parte la guerra, dall’altra il nemico interno sovranista. Perdente.

Ultime notizie su Cultura