Finanza esegue sequestro preventivo nei confronti di Brt (ex Bartolini). Nel registro indagati anche ipotesi caporalato. La difesa: solo qualche mela marcia

Lettura 1 min

La Guardia di Finanza di Milano sta eseguendo, su disposizioni della Procura di Milano, un sequestro preventivo d’urgenza da oltre 24 milioni di euro nei confronti della Brt (ex Bartolini), multinazionale della logistica e dei trasporti controllata a maggioranza dalla poste francesi. Si tratta della seconda tranche dell’inchiesta per frode fiscale e iva, coordinata dal sostituto procuratore Paolo Storari, che poche settimane fa ha portato ad un altro sequestro da oltre 100 milioni di euro a carico sempre della Brt spa (44,3 milioni), della multinazionale Geodis e dei rispettivi amministratori. Da quanto si apprende, in questo secondo ‘congelamento’ di conti e fondi le contestazioni degli inquirenti non riguarderebbero più il settore handling e facchinaggio ma il settore dei trasporti e dei corrieri. Oltre alla frode fiscale ci sarebbero iscrizioni nel registro degli indagati per l’ipotesi di reato di caporalato.

 Proprio questa mattina si è discussa davanti al tribunale del Riesame di Milano la revoca del primo sequestro cautelare da 44 milioni di euro con i giudici che ancora non hanno comunicato una decisione. I legali della ex Bartolini, gli avvocati Pasquale Annicchiarico e Matteo Danieli dello studio Dentons di Milano, hanno parlato ai giudici di qualche “mela marcia” negli appalti dalla multinazionale da 34 miliardi di euro di giro d’affari nel mondo e oltre un miliardo in Italia e depositato una serie di sentenze favorevoli al gruppo. Il pm Storari ha invece attaccato il sistema delle cooperative di lavoro negli appalti di Brt parlando di “serbatoi di manodopera” utilizzati per simulare contratti d’appalto. Un sistema dove, secondo gli inquirenti, i lavoratori passano da una cooperativa all’altro spesso senza essere consapevoli del proprio datore di lavoro. 

Servizio Precedente

Antitrust boccia il cartello col prezzo medio della benzina. Le imprese così possono fare cartello e “convergere su un prezzo unico”

Prossimo Servizio

Scossa di terremoto 4.1 tra Cesena e Ravenna. Sospesa la circolazione dei treni

Ultime notizie su Cronaca