Bertolaso a “caccia” di infermieri in Sudamerica. “Qui anche per il governo nazionale”

4 Aprile 2024
Lettura 1 min

L’assessore al Welfare della Lombardia Guido Bertolaso ​​è volato in Sud America, fra le polemiche, per stringere accordi che consentano di avere personale infermieristico, in particolare da Paraguay e Argentina, nelle strutture sanitarie della regione e, intervistato da Rai News 24 in collegamento da Buenos Aires, ha spiegato che la sua non è una missione solo per il Pirellone. “Non sono qui in rappresentanza solo della Lombardia, ma sono venuto dopo intese con il governo nazionale” ha detto difendendo la scelta di stringere accordi per “progetti di cooperazione bilaterale” in modo da avere personale infermieristico senza creare problemi alla sanità locale “perché sappiamo che gli infermieri sono merce rara ormai ovunque nel mondo”.

Insomma “il mio obiettivo non è quello di fare shopping” anzi “sciacallaggio” come fanno altri Paesi, come quelli che confinano con l’Italia e attirano gli infermieri italiani con “stipendi che noi non riusciamo mai ad eguagliare, si parla di stipendio 3 o 4 volte superiori a quelli dell’Italia”. Con questi accordi, l’idea è di creare “un percorso di formazione in modo che possano sempre più migliorare la competenza e l’esperienza diretta sul campo e poi possano tornare nel loro Paese e contribuire a far crescere il livello tecnologico, organizzativo e professionale”. “venendo sostituiti in Lombardia da altri contingenti”.

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Molise, al concorso di emergenza-urgenza per medici non si presenta nessuno

Prossimo Servizio

25 aprile, Rubagotti: Chi portera la bandiera Nato in piazza?

Ultime notizie su Cronaca

Perquisita Fondazione Olimpiadi Milano-Cortina

 Tre affidamenti “opachi” in cambio di soldi e un’auto, il sospetto su altre procedure adottate per la scelta di fornitori e sponsor in campo digitale e per alcune assunzioni di dipendenti della
TornaSu