Doggy bag, verso regole per una prassi di civiltà

9 Gennaio 2024
Lettura 1 min

“La doggy bag? E’ gia’ una realta’: non penso ci siano ristoratori che negano la possibilita’ di portarsi a casa eventuali avanzi. La verita’ pero’ e’ che pochi clienti chiedono di farlo: imporre multe a un ristoratore che ha finito le vaschette di alluminio non cambiera’ la situazione”. Cosi’ Giancarlo Banchieri, presidente della Fiepet, l’associazione dei pubblici esercizi Confesercenti, commenta la proposta di legge – primo firmatario il deputato di Forza Italia Giandiego Gatta – che verra’ presentata domani 10 gennaio, presso la Sala stampa della Camera dei deputati. “Ridurre gli sprechi – spiega Banchieri – e’ nell’interesse di tutti: dell’ambiente, dei consumatori e anche dei ristoratori. Per raggiungere questo obiettivo, pero’, bisogna sulla promozione di comportamenti e strategie antispreco. Un impegno che ci prendiamo Proponiamo volentieri ai nostri associati di esporre nei loro ristoranti cartellini che invitano i clienti a chiedere la doggy bag. Ma occorre chiarire in modo definitivo le responsabilita’: una volta usciti dal ristorante, spetta ai clienti conservare correttamente gli alimenti”.

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

CAPITANI CORAGGIOSI – Salvini, Tommaso Verdini? “Uno in gambissima. Come gli amici carissimi Morisi e Savoini”. Poi la sciabolata agli alleati: Io non fermo i treni…”

Prossimo Servizio

Esplodono i casi di antisemitismo in Italia

Ultime notizie su Lo Zoo

Oipa ricorre contro ordinanza Fugatti di abbattimento di mamma orsa

L’Organizzazione internazionale protezione animali (Oipa) ricorrerà al Tribunale regionale di Giustizia amministrativa di Trento contro l’ennesima ordinanza di abbattimento. Questa volta si tratta mamma orsa di 22 anni, la più anziana del Trentino, con i cuccioli al seguito, KJ1,
TornaSu