Autonomia e flat tax, l’Europa contesta il governo

25 Maggio 2023
Lettura 1 min

“Le indicazioni ei rilievi della Commissione Ue nei confronti dell’Italia sono una bocciatura senza appello nei confronti di due misure bandiera del governo Meloni tanto care a Salvini: l’ autonomia differenziata che, cito la Commissione, ‘rischia di compromettere la capacità del governo di gestire la spesa pubblica e di aumentare le disparità regionali’, e la flat tax, considerata contraria ai principi di equità e progressività fiscale”. Lo dichiarano i capigruppo del Movimento 5 Stelle nelle Commissioni Politiche Ue di Camera e Senato, la deputata Elisa Scutellà e il senatore Pietro Lorefice. “Quando il ministro Fitto definisce questi rilievi ‘in linea con la visione e le priorità del governo Meloni’, si riferisce forse alle indicazioni sulla riduzione del debito attraverso la riduzione della spesa pubblica: insomma la vecchia ricetta neoliberista dell’austerità che questo governo, effettivamente, ha mostrato di voler sposare in pieno, tagliando le spese per pensioni, sostegno al reddito,sanità e istruzione”, aggiungono.

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Regionalismo, decentramento e piccole patrie nelle parole di un nazionalista italiano del 1911

Prossimo Servizio

Le leggi razziali, il mito della stirpe e le mode che “tornano”

Ultime notizie su Economia

Openpolis, il Pil delle regioni italiane

L’ultimo interessante report della Fondazione Openpolis esamina il Pil delle regioni in Europa. In particolare, nell’evidenziare le differenze regionali italiane, si legge: “In Italia, tutte le prime regioni e province per produzione
TornaSu