25 aprile, la liberazione incompiuta. Rileggere la Carta di Chivasso. Evento sabato in diretta su Facebook con Giovanni Polli

Lettura 1 min

25 aprile? Il percorso di Liberazione è ancora da portare a termine. Non servono vuote parole retoriche ma, nel nome dei Resistenti e del martire Émile Chanoux, torturato dalle SS e morto in carcere il 18 maggio 1944, torniamo a leggere la Carta di Chivasso. Federalismo, autonomie, tutela delle lingue e delle culture regionali o minoritarie. Un patrimonio ideale di libertà e di rispetto più attuale che mai. E ancora tutto da mettere in pratica.

Servizio Precedente

La politica del doppio forno. Lega si astiene su decreto Covid in Consiglio dei ministri

Prossimo Servizio

Catturato nel casertano il complice della strage di Nizza. E' un albanese di 28 anni

Ultime notizie su Cultura