Stallo indipendentista – Catalogna, Erc rompe negoziazioni con JxCat su nuovo governo

Lettura 1 min

l partito Sinistra repubblicana di Catalogna (Erc) ha rotto le negoziazioni per formare un governo indipendentista con Uniti per la Catalogna dicendosi “delusi ed ingannati” dal partito di Carles Puigdemont. Lo ha annunciato la portavoce di Erc, Marta Vilalta, che ha chiuso la possibilita’ di continuare a negoziare con JxCat un esecutivo di coalizione prima del 26 maggio, la scadenza per evitare una ripetizione delle elezioni. “Non siamo di fronte a nessuna mossa tattica”, ha chiarito Vilalta alla domanda sulla possibilita’ di riprendere i negoziati. Erc ha evidenziato che mentre c’e’ un accordo “quasi totale” sulla tabella di marcia del futuro esecutivo, Puigdemont vuole imporre la sua “tutela” attraverso il “Consiglio per la Repubblica”, l’organismo che sarebbe responsabile del coordinamento del movimento indipendentista e guidato da Bruxelles da Puigdemont. 

Il segretario generale di JxCat, Jordi Sanchez, ha spiegato in un’intervista a “Catalunya Radio” che anche se questo organo collegiale riunirebbe le diverse voci dell’indipendenza, le decisioni dovrebbero essere prese per consenso, quindi non ci sarebbe nessuna imposizione. Il portavoce di JxCat, Llui’s Llach, ha sottolineato in una conferenza stampa che non accettano l’accusa di Erc di voler sottomettere la sovranita’ della Generalitat al controllo esterno ed ha ricordato che il Consiglio per la Repubblica catalana era stato creato insieme nel 2018 e, pertanto, anche Erc ne fa parte.

Servizio Precedente

Rognoni, il libro sulla storia delle idee della Lega. Le origini e i cambiamenti

Prossimo Servizio

Covid, "mortalità ancora troppo alta, approcci ancora minimalisti"

Ultime notizie su Politica

LIBERI!

Sono stati scarcerati gli indipendentisti catalani ai quali il governo spagnolo ha…