Centrodestra valuta sostegno a Casini. Salvini: Vertici aperti nella notte

Lettura 1 min

“Tenetevi pronti per essere convocati anche alle tre del mattino”. Si rivolge così Matteo Salvini ai suoi grandi elettori, spiegando che la situazione resta aperta e che stasera vedrà gli altri leader, a partire dal quelli del centrodestra. 

Secondo alcune fonti, fra i nomi sul tavolo ci sarebbe anche quello di Pier Ferdinando Casini.

L’ex presidente della Camera resta dunque in corsa per il Quirinale e su di lui ci sarebbe anche l’apertura del Pd. Difficile invece che si spostino tutti i Cinque Stelle, da sempre in rapporti non ideali con Casini che e’ stato il presidente della Commissione Banche. Ma ambienti M5s sentiti dalla Dire non escludono una larga convergenza. Il perimetro della maggioranza che votera’ il presidente della repubblica deve ricalcare quella del governo. Senza gran parte dei Cinque Stelle e’ difficile spuntarla. Per lo stesso motivo scendono le quotazioni di Mario Draghi. Il non expedit dei Cinque Stelle sul suo nome pesa come un macigno. Ed anche Salvini ha chiuso al trasloco del premier sul Colle. Nel Pd continuano a pensare che Draghi sarebbe la soluzione migliore ma stanno prendendo atto che le chance del premier sono in calo. Per questo se la trattativa dovesse arenarsi il centrodestra potrebbe convergere su Cassese. Nome vicino al Pd, ma ben visto anche a destra, dove ha partecipato ad Atreju, la festa di Fdi, sposandone la riforma in senso presidenzialista. 

Immagine dalla pagina facebook di Pierferdinando Casini

Servizio Precedente

Crisanti: Su quarta dose si brancola nel buio, le aziende diano i dati

Prossimo Servizio

Toto nomi, un altro giorno a vuoto. Salvini: Casini non è di centrodestra. E Renzi: leader pensano solo ai sondaggi

Ultime notizie su Politica