Lo strano caso del divorzio di Bill e Melinda Gates

Lettura 2 min

di Luigi Basso – Lunedì 3 maggio sera, ora italiana, è rimbalzata in tutto il mondo la notizia del deposito del ricorso per il divorzio (dissolution) dei coniugi Bill e Melinda Gates.
L’iniziativa, stando ai documenti visionabili sul sito tmz.com, sarebbe stata presa dalla signora Melinda French Gates, per la irrimediabile rottura dell’unione matrimoniale.
Nel ricorso depositato presso la Corte di Washington, competente per territorio, emergono alcune notizie piuttosto interessanti: il matrimonio tra Bill e Melinda fu celebrato alle Hawaii nel 1994 (i coniugi si erano conosciuti circa 7 anni prima sul luogo di lavoro in Microsoft) e sono nati tre figli tutti maggiorenni e non hanno figli nati da altre unioni.
Dal lato economico, la ricorrente chiede alla Corte di applicare l’ accordo di separazione siglato col marito che regolamenta la divisione di tutti i beni; non è richiesto un assegno di mantenimento né l’emissione di ordini di protezione né l’autorizzazione al cambio del nome.
Il ricorso è controfirmato per accettazione da Bill Gates.
Allo stato, l’accordo di separazione non è stato reso pubblico.


I coniugi hanno commentato sui social la notizia dichiarando che il motivo della separazione è il fatto che si erano esaurite le prospettive di crescita della coppia: una frase molto bella, con un bel suono, che non vuol dire letteralmente nulla.
Bill e Melinda, tuttavia, pare che rimarranno partner nelle loro iniziative, come quella della Fondazione che porta il loro nome.
La notizia del divorzio di una delle coppie più note nel panorama politico e finanziario mondiale è giunta come un fulmine a ciel sereno e gli interrogativi sui motivi della rottura di un sodalizio che fino ad ieri sembrava inossidabile sono molteplici.
Cosa può aver portato così improvvisamente alla rottura un’unione che durava dagli anni ’80?
Ma, soprattutto, dato che i coniugi si sono accordati su tutto privatamente, perché rendere ufficiale la cosa ?

Servizio Precedente

In Sicilia 250mila dosi di Astrazeneca inutilizzate

Prossimo Servizio

In Grecia pensionati italiani tassati solo al 7%. Altro che sconti per chi va in Calabria

Ultime notizie su Economia