In Grecia pensionati italiani tassati solo al 7%. Altro che sconti per chi va in Calabria

Lettura 2 min

Il governo Conte 1 aveva lanciato l’iniziativa di tassare meno i pensionati che dal Nord scendono al Sud. Un successone…. Anche la Lega aveva accolto con entusiasmo questa proposta. Ne sapete qualcosa? Che fine ha fatto? Che risultati ha raccolto rispetto agli obiettivi? Ma tra la Calabria e il Portogallo, dove molti italiani hanno deciso di vivere per un regime fiscale decisamente migliore sulle pensioni, inutile dire che il secondo sia stato ritenuto una meta più interessante. Ora però c’è un nuovo competitor.

Visto il crescente interesse per il regime agevolato per i redditi da pensione estera in Grecia, il termine per la presentazione delle domande per il 2021 è stato prorogato fino al 31 maggio. Per l’anno fiscale 2021 sono state presentate finora 180 domande da pensionati esteri. E le richieste sono in crescita. Lo comunica Valentino Coletto, ceo di Reframed srl, agenzia italiana specializzata nel trasferimento di italiani all’estero, che aggiunge: ”L’agevolazione nasce da una decisione risalente al 2020 con l’approvazione e pubblicazione il 31 luglio dello stesso anno in Gazzetta Ufficiale ellenica della legge 4714/2020 in base alla quale i pensionati privati italiani possono trasferirsi fiscalmente in Grecia e beneficiare di una tassazione del 7% del lordo mensile per 15 anni”.

Il pensionato interessato ad ottenere questa agevolazione deve trasferire la propria residenza fiscale in Grecia e trascorrervi almeno 183 giorni nell’anno solare. Inoltre deve dimostrare di voler stabilire in Grecia il proprio centro degli interessi vitali, che si intendono sia affettivi che economici. ”Da ricordare – prosegue Coletto – che la tassazione fissa al 7% per i pensionati italiani che si trasferiscono in Grecia riguarda solo gli ex lavoratori del settore privato”. A stabilirlo è l’art. 19 della Convenzione contro le doppie imposizioni tra Italia e Grecia che regola la tassazione dei redditi da pensione dei dipendenti pubblici, tassabili solo nel Paese di provenienza. Esiste però una soluzione anche per tale tipologia di pensionati che consiste nella richiesta e ottenimento della cittadinanza greca.

Foto by Andreas M

Servizio Precedente

Lo strano caso del divorzio di Bill e Melinda Gates

Prossimo Servizio

Draghi: da maggio in Italia pass verde nazionale. A giugno quello europeo

Ultime notizie su Economia