La fine del superbonus un “danni gravissimo”. Federcontribuenti: Stallo che cancella lavoro e investimenti”

25 Agosto 2023
Lettura 1 min

 Lo stop al superbonus ha comportato un “danno gravissimo” e messo “a rischio investimenti e posti di lavoro”. Così il presidente di Federcontribuenti, Marco Paccagnella. ”Le decisioni intraprese dal Governo Meloni, in particolare il blocco della cessione dei crediti legati ai bonus edilizi e la soppressione del Superbonus 110%, hanno generato una situazione di stallo critico nel settore dell’edilizia. L’impatto è stato avvertito in termini economici, logistici e sociali, causando un danno gravissimo e mettendo a rischio investimenti e posti di lavoro”, ha detto. 

“Il momento di agire è ora, affinché le imprese, i professionisti e gli immobili potranno guardare al futuro con rinnovato ottimismo”, ha sottolineato. A questo proposito Federcontribuenti il ​​12 luglio scorso ha lanciato la piattaforma ‘Federbonus’ (presente sul sito dell’associazione) che, spiega Paccagnella ”mette in contatto imprese che intendono cedere i loro crediti e società, banche, finanziarie, fino ad enti pubblici che intendono acquistare tali crediti. Insomma bisogna rimettere in moto la macchina, ci sono troppe aziende con l’acqua alla gola che con la cessione dei crediti possono tornare a respirare e rimettersi sul mercato”. 

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Trump attacca il pm che lo ha fatto arrestare

Prossimo Servizio

Vacanze, ad agosto meno 10%. Tutto è troppo caro e si va all’estero

Ultime notizie su Economia

Il governo, redditometro atto dovuto

“Era un atto dovuto, una misura su cui si è soffermata la Corte dei Conti, che sottintendeva anche un possibile danno erariale per la mancata adozione dei criteri induttivi, sospesi dal 2018,
TornaSu

Don't Miss