Azzolina: apertivo sì, scuola no?

Lettura 1 min

“Rispetto alle superiori, il governo ha fatto tutto quello che poteva e gli impegni li ha mantenuti grazie anche al lavoro importante dei prefetti e della comunita’ scolastica”. Cosi’ la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina Intervistata dal ‘Corriere della Sera’. “Molte Regioni- sottolinea- si sono sfilate” dall’accordo sulla riapertura fatto lo scorso dicembre “e sarebbe bene che le famiglie e gli studenti capissero perche’. Si chiude prima la scuola perche’ socialmente e’ stata messa nel fondo dello sgabuzzino. Devono spiegarmi perche’, dove e’ quasi tutto aperto, gli studenti al pomeriggio possono andare a prendere l’aperitivo, mentre non possono andare in classe con la mascherina, l’igienizzante e i banchi separati. Il punto e’ culturale, non sanitario”. 

Servizio Precedente

Usa 2020 - Anche la violazione del Primo Emendamento è già un "colpo di stato"

Prossimo Servizio

Maxi rissa Gallarate, denunciato 18enne. Prosegue identificazione dei 100 giovani in piazza

Ultime notizie su Cultura