Calenda ci ripensa e rompe col Pd: Occasione mancata. Coalizione nata per perdere

Lettura 3 min

 “Chiederei per cortesia a tutti i sostenitori di Azione di non rispondere agli attacchi. Adesso c’è solo lavoro da fare. Non ho alcuna acredine nei confronti del Pd. Solo il dispiacere per un’occasione mancata. Forza e onore”. Lo scrive su Twitter il leader di Azione Carlo CALENDA.

“Questa coalizione” del Pd “è fatta per perdere. C’era l’opportunità di farne una per vincere. E per fare quella coalizione noi avremmo rinunciato a tutto, compresi molti dei seggi che il Pd ci voleva dare. La scelta è stata del Pd. Non posso seguire una strada dove la coscienza non mi porta perché sono libero e non faccio politica per obbligo”. Così ospite poi a ‘Mezz’ora in Più’ su Rai3 dopo aver annunciato la rottura del patto elettorale col Pd. 

Voglio dire a Letta che c’è delusione, ma nessuna animosità e nessuna condanna per quello lui che ha fatto. Ha fatto quello che hanno fatto tutti i leader del Pd prima di lui. Solo mi aspettavo un pochino di più da lui”. 

“Mi scuso con gli italiani per aver tenuto appeso il Paese per una cosa molto piccola ma che per noi di Azione è molto grande”.

Resta in piedi al momento, l’accordo tra +Europa e il Pd. L’accordo era stato confermato dalla segreteria poco prima dello strappo di Calenda, con una nota “fortemente apprezzata” dalla segreteria dem. Che poi attacca l’ex alleato: “Carlo Calenda parla di “onore”. Onore e’ rispettare la parola data. Un accordo, una firma, una stretta di mano tra persone leali e serie: questo e’ onore. Il resto, compreso l’attacco alla destra e alla sinistra tutte uguali, e’ populismo. Populismo d’e’lite, ma pur sempre populismo”.

Il centrodestra affonda la lama. Giorgia Meloni rimanda a una soap: “Colpo di scena nella telenovela del centrosinistra. Calenda non sposa piu’ Letta, forse scappa con Renzi. Letta mollato sull’altare pensa al suo vecchio amore Conte. Il finale tra 7 giorni, quando scadra’ termine per alleanze. Intanto gli italiani lottano con crisi economica e caro vita”. “A sinistra caos e tutti contro tutti! Avanti compatti, Lega e Centrodestra, con il bene dell’Italia come unico obiettivo. Il 25 settembre si cambia!” assicura il leader della lega Matteo Salvini.

“Abbiamo iniziato con un’agenda precisa e abbiamo finito con una coalizione contraddittoria e non credibile. Sostituire i 5S con ex 5S e gente che ha votato la sfiducia a Draghi ed è contro la Nato è insensato. E doppi patti sono incomprensibili”. Così il leader di Azione Carlo CALENDA in un nuovo tweet.

Servizio Precedente

Bernardelli (Grande Nord): Il 25 settembre la partitocrazia del polo di centrosinistra e di centrodestra non avrà il nostro voto

Prossimo Servizio

Zaia, Meloni? Noi siamo un'altra cosa e prima di tutto portiamo avanti l'autonomia

Ultime notizie su Politica