Crisanti su test: Zaia vende fumo. E su caso Nembro: Sarà la nuova Ustica

Lettura 1 min

“Una follia totale, una buffonata, una cosa che non sta né in cielo né in terra. Non sanno proprio che pesci prendere. Il tampone fai da te non dà nessuna certificazione ed è inutile. Dove vanno a finire quei numeri? Se risulti positivo dove viene scritto? Non risulterebbe nelle stime quotidiane. A che serve allora? Un disastro”. Così Andrea Crisanti, virologo e professore ordinario di Microbiologia all’Università di Padova.”Zaia è diventato un venditore di fumo. Ogni volta tira fuori qualcosa di nuovo. Prima il salivare….Poi adesso addirittura questa baggianata del fai da te. Siamo passati da un modello altamente scientifico e esportabile che avevamo costruito, a una presa in giro. Non sanno davvero più cosa fare…Mi viene da piangere”, aggiunge.

 Poi sull”L’inchiesta sulla procura di Bergamo? Mi hanno prolungato l’impegno da consulente. Il caso di Alzano e Nembro è più complicato di un incidente aereo. Diventerà uno di quei misteri d’Italia difficili da ricostruire”. Così Crisanti in una intervista a Tpi.it. 

Servizio Precedente

Stato persecutore fiscale coi cittadini, poi però... 11 ministeri su 12 pagano in ritardo. Maglia nera il Viminale

Prossimo Servizio

Scuola. Azzolina: si potrà prestare il materiale scolastico