Brucellosi, la protesta si infiamma. Gli allevatori diffidano il ministero per il piano discutibile di abbattimento

Lettura 2 min

  Mentre e’ in preparazione la riunione per “licenziare” il Piano delle azioni con il quale il Movimento degli allevatori bufalini condurra’ la mobilitazione fino al 25 settembre prossimo, accompagnando la campagna elettorale (incontro organizzativo la sera del 18 agosto e assemblea nei prossimi giorni), alcune delle associazioni degli allevatori (le stesse che hanno depositato nei mesi scorsi insieme a molte imprese il ricorso al Tar conto il Piano di eradicazione della Brc e della Tbc bufalina della Regione Campania) hanno inviato una diffida nella serata di ieri, 16 agosto 2022, indirizzata al Commissario per l’attuazione del Piano di eradicazione della Brucellosi in Campania, Generale Luigi Cortellessa ed al Ministro per la Salute Roberto Speranza. Lo rende noto il Coordinamento Unitario per la Difesa del Patrimonio Bufalino.

La diffida, spiega il Coordinamento, chiama direttamente alla responsabilita’ chi in ragione delle proprie azioni procura danni materiali e irreversibili alle aziende ed agli animali.

Il Coordinamento Unitario ricorda intanto di essere ancora in attesa di segnali da parte della Prefettura di Caserta cui e’ stata avanzata la richiesta di convocare un tavolo di confronto con la Regione Campania mentre si aggrava la situazione nelle campagne del Casertano laddove aumenta il rischio di deflagrare la crisi che colpisce le aziende per effetto delle iniziative messe in atto dalla Regione con il placet del Ministero. Contenuti e ragioni della diffida saranno resi noti domani nel corso di una conferenza stampa online che si terra’ domattina, 18 agosto alle ore 11.

L’iniziativa alla quale prenderanno parte tra gli altri Adriano Noviello (Presidente dell’Associazione Tutela Allevamento Bufala Mediterranea), Francesco di Tella (Avvocato responsabile del nodo di Caserta del Soccorso Contadino) e Gianni Fabbris (portavoce del Coordinamento Unitario) costituira’ l’occasione per illustrare le iniziative in campo per tutelare ed assistere le imprese colpite dalle azioni della Regione e per lanciare un appello alle forze politiche alle quali si rinnova la richiesta di “dismettere la politica dello struzzo e rispondere delle proprie responsabilita’”. La conferenza stampa sara’ trasmessa in diretta Facebook sulla pagina di Altragricoltura.

Servizio Precedente

Verso il partito dell'astensione. Tanto chi "vince" deve allearsi. Ma adesso non te lo dice...

Prossimo Servizio

Sfattoria degli ultimi, nuovo capitolo. Il Tar rimpalla all'Asl di Roma, a prescindere dai documenti. Abbattimento (solo?) in caso di Peste suina. Associazioni procedono con loro perizia. Udienza il 12 settembre

Ultime notizie su Cronaca