Meloni (4° donna più influente per Forbes) a RTL: Basta giochi di palazzo. Il premier lo decidano gli italiani. E su salario minimo: Sindacati incoerenti accettano contratti da 5 euro

6 Dicembre 2023
Lettura 1 min

“Io penso” che quella del premierato “sia la riforma dalla quale dipendono tutte le altre, così che ci sarà un sacco di gente che si muoverà contro questo, faranno di tutto per impedire di approvarla. Penso che alla fine si arriverà al referendum perché vedo molto difficile che si possa trovare un accordo in Parlamento: quando la riforma arriverà al referendum chiederemo agli italiani che vogliono fare. Saranno gli italiani a decidere se domani vogliono essere padroni di questo destino o se vogliono continuare a farlo fare a chi obiettivamente ha pensato di essere padrone delle istituzioni e non lo è”. Lo ha detto la premier Giorgia Meloni ospite di Non Stop News, su Rtl 102.5. 

 “La bagarre alla Camera sul salario minimo? Un po’ sorrido: M5S, Pd ci dicono che il salario minimo è l’unica cosa che va fatta in Italia ma in dieci anni al governo non l’hanno fatta, e mi stupisce la posizione di alcuni sindacati che vanno in piazza per rivendicare il salario minimo quando poi vanno a trattare i contratti collettivi e accettano anche contratti con poco più di cinque euro all’ora, come accaduto di recente con il contratto della sicurezza privata. Il sindacato sia un po’ coerente”. 

Per la presidente del Consiglio la proposta delle opposizioni, di una paga di almeno 9 euro l’ora, “per paradosso rischia di abbassare gli stipendi, perché il 95% dei lavoratori ha una paga oraria più alta e si rischierebbe di arrivare al paradosso in cui un datore dice: ‘se posso abbassarla a 9 euro, perché devo pagare di più?’. Certo ci sono poi quelle sacche che prendono meno e sulle quali occorre intervenire come il governo intende fare”.

Torna, infine, per il 20esimo anno consecutivo, la classifica di Forbes che certifica le 100 donne più potenti del mondo. E quest’anno l’Italia ricopre un posto d’onore, con la presidente del Consiglio Giorgia Meloni al quarto posto tra le donne più influenti. Si tratta della prima donna italiana a occupare una posizione di rilievo. Impegnata in politica sin dall’età di 15 anni, Meloni è diventata premier il 22 ottobre 2022, prima donna nella storia d’Italia a ricoprire questo ruolo. Presidente di Fratelli d’Italia dal 2014, oggi è l’unica donna alla guida di un paese del G20.

 Nella classifica stilata dalla rivista statunitense, davanti a Giorgia Meloni, altre tre big mondiali: la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, che occupa il gradino più alto del podio, seguita al secondo posto dalla presidente della Bce Christine Lagarde e dalla vice presidente degli Stati Uniti, Kamala Harris, al terzo. C’è anche un’altra rappresentante italiana nella classifica: si tratta dell’imprenditrice romana Margherita Della Valle, amministratore delegato di Vodafone, che si piazza al 42esimo posto.

credit foto  Immagini messe a disposizione con licenza CC-BY-NC-SA 3.0 IT

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Mentre a Firenze “sfilavano” i populisti, divisi su tutto, in Francia si parla di Europa dei Popoli: il Partito della nazione Occitana con Federation des pais unis alle prossime europee

Prossimo Servizio

Salina di Cervia candidata a Patrimonio mondiale Unesco

Ultime notizie su Politica

Carceri, un casino

Dopo la giornata difficile nel carcere friulano di Gorizia, ecco “l’ennesima serata di follia e violenza, vissuta nella notte nella struttura di Santa Maria Maggiore a Venezia”, racconta Giovanni Vona, segretario per
TornaSu