Giorgetti, il genio d’impresa compensa i politici scadenti. Se burocrazia e partiti lo copiassero, saremmo dietro gli Usa e davanti alla Germania

Lettura 1 min

“Non farei previsioni di nessun tipo”. Cosi’ il ministro dello sviluppo economico Giancarlo Giorgetti ribatte davanti alla platea dei giovani del festival di Giffoni a chi gli chiede se ormai la figura di Mario Draghi, dopo i fatti degli ultimi giorni, sia bruciata sia come premier che come presidente della Repubblica. “Tutto puo’ succedere, bisogna essere ottimisti – dice – ma soprattutto quello che dico spesso anche ai miei interlocutori stranieri e’: ‘Non preoccupatevi troppo di quello che accade nella politica italiana. La forza dell’Italia non sta nella politica, sta negli imprenditori, in quelli che mandano avanti questo Paese nonostante la politica. Il nostro e’ un Paese che va avanti comunque, diciamo cosi’, anche con una politica scadente. C’e’ una nostra capacita’ intrinseca, abbiamo anche una mostra molto bella sul genio italiano. Se avessimo anche una pubblica amministrazione e una politica d’eccellenza l’Italia arriverebbe subito dopo gli Stati Uniti, sicuramente prima della Germania”.

Servizio Precedente

ZINGARATE PADANE - Quando Zaia diceva: Abbiamo il rating della Baviera e assieme a Maroni, Cota e Tondo voleva la macroregione

Prossimo Servizio

Centrodestra spaccato su premier Meloni. Berlusconi: La scelta è tema che non mi appassiona

Ultime notizie su Politica