Centrodestra spaccato su premier Meloni. Berlusconi: La scelta è tema che non mi appassiona

Lettura 1 min

L’ultimatum di Meloni sulla premiership? “Non riesco ad appassionarmi a questo problema, e non credo appassioni gli italiani. Agli italiani interessano le nostre proposte per uscire dalla crisi, per dare speranze ai giovani e sicurezza agli anziani, per ridurre le tasse e creare occupazione, per tagliare la burocrazia, per difendere l’ambiente. Del resto non mi pare che i nostri avversari abbiano indicato un candidato premier. Perche’ questa pressione su di noi?”. Silvio Berlusconi lo dice in un’intervista al Corriere della Sera. Il presidente di Forza Italia smentisce di aver provocato la crisi di governo anche per ottenere la presidenza del Senato come ricompensa. “Non ho bisogno di alcuna ricompensa”, taglia corto, “non sono in alcun modo interessato a quel ruolo” e degli alleati dice: “Giorgia Meloni sarebbe un premier autorevole, con credenziali democratiche ineccepibili, di un governo credibile in Europa e leale con l’Occidente. Allo stesso modo lo sarebbero Matteo Salvini, o esponenti di FI”.

Servizio Precedente

Giorgetti, il genio d'impresa compensa i politici scadenti. Se burocrazia e partiti lo copiassero, saremmo dietro gli Usa e davanti alla Germania

Prossimo Servizio

Tajani fuori dal tempo e dalla storia: No a una donna sola al comando

Ultime notizie su Politica