Tremonti, l’auto elettrica? Ideologia che trasferisce il potere alla Cina

6 Marzo 2023
Lettura 1 min

“Qui siamo nel campo del dirigismo ambientale sostenuto da grandi quantità di ideologia”. Così Giulio Tremonti sulla direttiva della Ue relative alle auto a motore endotermico. L’ex ministro aggiunge in una intervista a Libero: “Non ci sono solo le automobili verdi, la Ue ci vuole imporre anche le case verdi. L’impressione è che sia un po’ eccessivo. La spinta verso un mondo ideale, ammesso che sia ideale, non è sostenibile. C’è un eccesso di dirigismo ideologico che rischia di travolgere le nostre strutture sociali, dal lavoro ai risparmi. La cosa giusta fatta nel momento sbagliato è sbagliata, e qui lo è anche perché forzata sui tempi. Senza considerare gli effetti indotti”. Tremonti poi spiega. “È tutto da dimostrare che con la nuova ideologia automobilistica si risolvano i problemi dell’inquinamento, basti pensare allo smaltimento di batterie. Spiazzi la produzione Ue e trasferisci il potere alla Cina. Il capolavoro è spostare l’asse geopolitico dall’energia russa alle batterie cinesi”. 

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

La pianura padana a secco. 300mila imprese già in emergenza

Prossimo Servizio

Turismo, mancano 50mila lavoratori all’appello

Ultime notizie su Economia

La “solita” procedura d’infrazione?

di Gigi Cabrino – Era prevista ed è arrivata.La commissione UE ha avviato una procedura di infrazione contro Italia, Francia e altri cinque paesi: Belgio, Ungheria, Malta, Polonia e Slovacchia. Nella valutazione
TornaSu

Don't Miss