La lettera – Lasciare il Nord non paga mai

Lettura 2 min

La conferenza stampa di Salvini di Lunedi, ha avuto a dir poco dell’inverosimile, il non aver voluto accennare ne alla disfatta dei numeri ne tantomeno al crollo della linea politica del Segretario ha rappresentato a dir poco un’offesa per coloro che ancora lo hanno votato.

Mi è sembrata doveroso puntualizzare questo aspetto, per solo dovere di cronaca, ma il comportamento del Segretario della Lega non è importante più di tanto. Nonostante i 100 (cento) parlamentari che con il 9% dei voti a detta del segretario la Lega avrà nel nuovo parlamento, non ci possiamo aspettare nessuna riforma, sia per l’autonomia differenziata, sia per qualsiasi altra forma di autonomia anche blanda per le regioni a statuto ordinario.

E questo con buona pace di Zaia che a Pontida aveva minacciato la caduta del governo che avesse osteggiato l’autonomia del Veneto. Queste elezioni con la vittoria poderosa di un partito di destra nazionalista, ipercentralista, hanno decretato la stesura di una pietra tombale su qualsiasi aspirazione autonomista proveniente dai territori in particolare dalle regioni che hanno votato il referendum del 2017.

Come detto le affermazioni di Salvini in conferenza stampa, e soprattutto l’atteggiamento che terrà la Lega nella compagine di centrodestra saranno marginali rispetto alle decisioni che saranno assunte. Non sappiamo, e poco interessa quali ministeri avranno i leghisti. Saranno in ogni caso ministeri che verranno concessi dai Fratelli d’Italia, in cambio di atteggiamenti “morbidi” sia sull’accettazione del Presidenzialismo sia sulla rinuncia a qualsiasi forma di autonomismo regionale. Si dimostra, se per caso ce ne fosse ancora bisogno, come l’abbandono e il tradimento dell’ideale che aveva determinato la nascita e lo sviluppo del movimento Lega non ha pagato e non pagherà mai.

Raffaele Piccoli, Grande Nord Ferrara

Servizio Precedente

Al referendum del 2017 su Autonomia, solo in Lombardia e Veneto 5 milioni di voti. Salvini oggi in tutta Italia ha appena 2,5 milioni di elettori. Faccia due conti...

Prossimo Servizio

ESCLUSIVO - AGROPOLI E ROCCADASPIDE, LA REGIONE CAMPANIA: ILLEGITTIMA LA CESSIONE DEFINITIVA DEI CANI AL CANILE COME DELIBERATO DAI COMUNI. ACCOLTO RECLAMO LEGA DEL CANE DI SALERNO

Ultime notizie su Cronaca