Al referendum del 2017 su Autonomia, solo in Lombardia e Veneto 5 milioni di voti. Salvini oggi in tutta Italia ha appena 2,5 milioni di elettori. Faccia due conti…

Lettura 2 min

di Roberto Pisani – Questa volta ho aspettato ad esprimere un mio giudizio sul risultato delle elezioni. Ho aspettato perché volevo leggere i numeri, quelli veri, quelli inequivocabili. 

È vero: i numeri non solo vanno letti ma vanno anche interpretati. E mai come questa volta si prestano a molteplici interpretazioni. Però mai come in questo caso sono implacabili.

Citando solo i primi partiti se ne evince che Fratelli d’Italia risultano primi con 7,3 milioni di voti, ossia il 15,9% degli aventi diritto.

PD 5,3 milioni di voti, 11,6%, M5S 4,3 milioni che corrispondono al 9,4%, Lega 2,4 milioni, 5,3% e Forza Italia 2,3 milioni, 5% degli aventi diritto.

Facendo una rapida somma la coalizione di centrodestra, vincitrice delle elezioni, governerà presumibilmente il paese con il consenso di circa il 26% degli aventi diritto al voto.

Questo in funzione dell’alto numero di astenuti, pari a circa 16,6 milioni di persone, alle schede non valide e bianche.

La prima considerazione che mi viene di fare è la netta sconfitta di tutta questa classe politica e del sistema dei partiti che la compone. E credo, ed auspico, che passato i primi momenti di euforia, per i vincitori, e di sconforto, per i vinti, questo tema sia presente come prioritario nelle agende di lor signori.

Se così non fosse dimostrebbero, se ancora ce ne fosse bisogno, che della volontà e dei segnali della cittadinanza se ne sbattono i gioielli di famiglia.

Seconda ed ultima considerazione è molto più numerica: nell’ormai lontano 22 ottobre del 2017 quasi 5 milioni di Lombardi e di Veneti votarono per ottenere una maggiore autonomia territoriale, politica ed amministrativa, ad un referendum promosso in primis dalla Lega.

Ebbene la storia ci insegna che nonostante questo partito ex nordista fosse parte attiva di ben due governi dei tre che si sono succeduti nella legislatura ormai giunta al termine, addirittura nel primo con un Ministro alle Autonomie, questa richiesta è rimasta inevasa. E badate bene, 5 milioni di elettori nelle sole Lombardia e Veneto e non 2,4 milioni in tutta Italia.

Che dire: buon governo a tutti e in bocca al lupo, che in questa vicenda mi sembra il più nobile perché, come tutti gli animali, almeno siamo sicuri che non tradisce.

Servizio Precedente

Calderoli: Errore del Viminale su Bossi. Se correggono, il Senatur è eletto

Prossimo Servizio

La lettera - Lasciare il Nord non paga mai

Ultime notizie su Cronaca