Categorie: Economia

L’AD DI STELLANTIS (EX FIAT): O PAGATE O CHIUDIAMO

Nel corso dei decenni lo stato italiano ha versato nelle casse della Fiat un fiume di miliardi.
La proprietà è cambiata, a comandare sono i francesi ma la musica non cambia, se lo stato non mette soldi la minaccia di chiusura degli stabilimenti resta sempre valida.
Le parole del Ceo di Stellantis Carlos Tavares, intervistato da Bloomberg, riaprono i timori sul futuro degli stabilimenti di produzione delle auto in Italia della principale azienda nazionale del comparto. Interpellato in merito alle recenti critiche da parte del governo italiano sulla possibilità che l’azienda delocalizzi parte della produzione in altri Paesi, il manager di Stellantis replica: “Questo è un capro espiatorio, mentre si cerca di evitare di assumersi la responsabilità del fatto che, se non si danno sussidi per l’acquisto di veicoli elettrici, si mettono a rischio le fabbriche italiane”.


Il titolare del ministero per le Imprese e il Made in Italy replica: “Se Tavares ritiene che l’Italia debba fare come la Francia, che ha aumentato la sua partecipazione attiva in Stellantis, ce lo chiedano. Se il problema è ‘fate come la Francia’, qual è la terza richiesta che ci farete? La differenza tra noi e la Francia è che loro sono nel capitale azionario e noi no. Fateci una richiesta”. Urso ricorda che “nell’incontro avuto nei mesi scorsi con Tavares e nei vari con la proprietà, Elkann, ho ricevuto una richiesta specifica per una spinta a far cambiare la normativa sugli Euro 7, che a loro avviso avrebbe strozzato Stellantis. E questa cosa è stata fatta, perché abbiamo ottenuto una inversione di rotta in Europa”.

Gigi Cabrino

Gigi Cabrino nato a Casale Monferrato (AL) nel 1977, laureato in economia aziendale, in Teologia e specializzato in servizi socio sanitari, padre di quattro figli. Consigliere comunale a Villanova Monferrato per due mandati a cavallo del secolo scorso e a San Giorgio Monferrato dal 2019. Lavoro nella scuola pubblica da alcuni anni come insegnante prima e tra il personale non docente poi. Atleta di fondo e mezzofondo da sempre.

Articoli recenti

Chiesa grandiosa e spettacolare, stato e politica italiana senza  soldi e senza onori

di Sergio Bianchini - La visione delle riprese televisive del Papa con i bambini e…

2 ore fa

Meloni, l’Europa deve cambiare priorità e occuparsi di meno cose

"Penso che l'Europa debba cambiare nelle proprie priorità. La sfida è che l'Europa si occupi…

6 ore fa

Abbattere liste d’attesa in farmacia? Cimest, scelta sbagliata

"L'abbattimento delle liste di attesa in farmacia è una scelta sbagliata che non tutela il…

7 ore fa

Reguzzoni con Pagliarini e Albertini a Milano, “Vento di cambiamento”

Riceviamo da Alleanza per l’Autonomia e pubblichiamo - Appuntamento importante Martedì 28 Maggio alle 18.30…

7 ore fa

Il video della candidata leghista per il voto disgiunto in Piemonte e le scuse di Allasia al centrodestra con Cirio

''E' stata una leggerezza che è stata fatta, da ritirare e per cui chiedere scusa…

23 ore fa

Taglio ai Comuni, in nome dell’autonomia

“Le modalità con le quali il MEF intende applicare ai Comuni la spending review prevista dalla legge…

1 giorno fa

Usiamo cookie per ottimizzare il nostro sito web ed i nostri servizi.

Leggi tutto