Categorie: CulturaVal d'Aosta

“Chanoux fascista”, la cantonata di Aloisi sul martire federalista

di Roberto Gremmo – Ecco che torna… non avevo più notizie di Domenico Aloisi che fu mio collega al Consiglio Regionale della Valle D’Aosta prima come unico esponente del Movimento Sociale Italiano e poi confluendo nel gruppo socialista di Milanesio. Ricordo uno scontro con me, perché secondo lui ero contro i meridionali.

Eccolo ora balzare alla cronaca in prima pagina, dopo aver definito “fascista” addirittura Emile Chanoux solo perché durante il ventennio dovette entrare, quasi per obbligo come segretario comunale, nel Partito Nazionale Fascista. In realtà’ si tratta di una non notizia già nota almeno dal 1987 quando lo storico Louis Roberto Dempsey rinvenne negli archivi i documenti che provavano la sua iscrizione e li pubblico’ in un libro di cui oggi ad Aosta si trova appena una copia.

Se questo gesto bastasse per bollare qualcuno come Mussoliniano si dovrebbero arruolare democristiani come Moro, Fanfani e Mattei; togliattiani come Nilde Jotti ed Ingrao, entrambi poi Presidenti della Camera dei Deputati, il filosofo Bobbio, Pier Paolo Pasolini, Eugenio Scalfari e via via intere generazioni di personaggi che nella loro vita hanno fatto scelte ben più significative, le uniche che hanno caratterizzato la loro vita.

Quello che conta nella vita di Chanoux, oltre al martirio, “suicidato” dai fascisti, sono il suo federalismo, la difesa della valdostanita’, la strenua opposizione ai nazionalismi, la francofonia e la volontà di creare una nuova Europa dei Popoli.

Tutto il resto, tessera del pane compresa, non conta.

Leggo sui giornali che Aloisi si sarebbe dimesso da Fratelli d’Italia dopo le critiche feroci ricevute per aver innescato una polemica ritenuta inopportuna. Vedendo travi dove c’era una pagliuzza.

Stefania Piazzo

Articoli recenti

Pnrr, privatizzazioni, Def, bonus edilizi – L’Ufficio parlamentare di bilancio: Carenza di informazioni su aspetti fondamentali per la finanza pubblica

"Per raggiungere entro la fine del decennio la situazione pre-pandemia del 2019, quando il debito…

3 ore fa

Bankitalia allarmata. Superbonus pesa come l’8% di Pil. In futuro solo tetti di spesa

 "I crediti maturati nel 2021 e nel 2022 sono ad oggi stimabili, sulla base di…

3 ore fa

Nodi al pettine, mancano i soldi in cassa. Saltano gli sgravi fiscali. Rinvio bonus tredicesime. Arrivano “lacrime e sangue”

Slitta l'approdo in Consiglio dei ministri del nuovo decreto in materia fiscale contenente modifiche in…

10 ore fa

Cottarelli, elezioni europee decisive per spingere verso Europa Stato federale e non club degli scacchi

"Queste elezioni europee sono fondamentali per il futuro del nostro continente e per il futuro…

23 ore fa

L’Europa dei ragionieri ci ingabbia nel solito Patto di stabilità. Centrodestra e Pd si astengono, solo M5S contro. Rientro dal debito in 7 anni… “Lo cambieremo”, promettono…

  Nella votazione sulla riforma del braccio preventivo del patto di stabilità oggi a Strasburgo pochissimi eurodeputati italiani…

23 ore fa

La Nuova Padania si stringe attorno a Gigi Cabrino per la perdita del padre

La direzione, la redazione e i tecnici del quotidiano esprimono la loro vicinanza per la…

1 giorno fa

Usiamo cookie per ottimizzare il nostro sito web ed i nostri servizi.

Leggi tutto