Zaia: Super Green pass evita chiusure e confini

Lettura 1 min

“E’ innegabile che il green pass rafforzato sia ora una complicazione della vita per chi non si è vaccinato, ma noi governatori da una parte abbiamo portato avanti l’idea di mettere in sicurezza la salute dei cittadini e dall’altra di non chiudere. Se passassimo in zona arancione e non escluso che succeda per molte comunità, la zona arancione prevede la chiusura dei confini comunali e chiusura di molte attività quali bar, ristoranti e altro. Cosa che invece questa volta non accadrà in virtù del super green pass. Si restarà aperti grazie al super green pass”. Lo ha sottolineato, fra l’altro, il Governatore del Veneto Luca Zaia, in una intervista a “Controcorrente” su Rete 4. “E’ anche innegabile – ha affermato ancora Zaia- che questo Covid lasci una spaccatura nella società. Da una parte – ha detto- c’è una foresta che cresce senza fare rumore e si vaccina. Dall’ altra c’è invece una minoranza che protesta, manifesta, espone le proprie ragioni e contesta la vaccinazione. E’ legittimo, se non infrange la legge. Ma io dico la loro libertà individuale comunque finisce dove inizia la nostra di voler tutelare la nostra salute viceversa. Ed è innegabile che i vaccini contro questa infezione lo fanno: funzionano”.

Servizio Precedente

Sondaggio, per 17% italiani Draghi al Colle ma no al voto anticipato

Prossimo Servizio

Fedriga: Farò vaccinare mio figlio di 7 anni. E Zaia: No però a obbligo per minori

Ultime notizie su Veneto